Si è discusso molto in questi giorni della possibilità da parte dell’azienda di Cupertino di acquisire Anobit, società israeliana specializzata nella ricerca e produzione di memorie flash all’avanguardia. Finalmente la notizia sembra essere ufficiale, infatti Apple ha concluso l’affare per ben 500 milioni di dollari. Secondo le prime ipotesi, la “mela morsicata” sarebbe intenzionata a trasformare l’azienda israeliana in un centro di ricerca e sviluppo.

Il primo a dare la notizia è un noto quotidiano israeliano, Calcalist, che riporta come la Apple abbia acquistato la società per una cifra compresa tra i 400 e i 500 milioni di dollari. Inoltre, lo stesso giornale, confermerebbe le voci che riguardano la trasformazione dell’impianto in un centro di ricerca e sviluppo, il primo al di fuori degli USA.

Altre conferme arrivano dal primo ministro Israeliano, che, tramite twitter, ha pubblicato un messaggio di benvenuto all’azienda californiana, augurando di trarre il massimo vantaggio dalle conoscenze del paese medio-orientale.

Sicuramente si tratta di una mossa strategica di Apple i cui vantaggi saranno noti a noi consumatori tra almeno un paio di anni.

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: