Circa un anno fa, durante il 2013, Apple avrebbe silenziosamente acquisito la startup Ottocat, per migliorare le funzioni del tab Esplora nel proprio App Store. L’acquisizione però sarebbe stata effettuata “silenziosamente” e infatti solo nei giorni scorsi il nesso tra le due aziende è stato scoperto dai colleghi di TechCrunch.

L’azione comunque non sarebbe nuova, visto che spesso, nel passato recente, Apple ha proceduto all’acquisto di tecnologie sviluppate da altri per migliorare il proprio Store. Ottocat in particolare aveva sviluppato un sistema per organizzare le applicazioni dell’App Store in base a categorie “annidate” di crescente specificità. Una versione di questa soluzione è ora utilizzata nel tab Esplora dell’App Store di Apple.

apple acquisisce ottocat

Le tracce dell’operazione questa volta erano davvero labili: nessun cambiamento del profilo LinkedIn per i dipendenti, né annunci di agli utenti Ottocat, ma uno dei co-fondatori di Ottocat, Edwin Cooper, è stato scoperto come assegnatario originale di un brevetto che è stato concesso ad Apple. Quest’utimo infatti sarebbe stat depositato da Cooper in qualità di dipendente Apple e riguarderebbe un “Sistema e metodo per il Divisive testual Clustering tramite selezione di etichetta, utilizzando una metodologia Variant-Weighted TFIDF”, una soluzione che appunto accomuna sia l’approccio di Ottocat che di Apple.

L’acquisizione si sarebbe resa necessaria per entrare in possesso di nuove tecnologie al fine di rendere più facile trovare un’app precisa in mezzo a milioni di altre, anche se ovviamente gli sviluppatori Apple ne hanno poi adeguato diverse caratteristiche per meglio integrarle nel proprio Store.

Fonte
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: