Direttamente al Computex 2016 di Taipei, che inizia ufficialmente proprio oggi, ARM ha svelato i nuovi processori Cortex-A73 e la nuova GPU, la Mali-G71, soprattutto per rispondere alla nuova tendenza di usufruire di contenuti in Realtà Virtuale su smartphone e sui dispositivi mobili.

ARM- Più potenza e meno consumi

L’ azienda ha sottolineato come i nuovi core riescono a fornire il 30% in più di prestazioni rispetto al precedente Cortex-A72. Tutto ciò grazie al nuovo processo produttivo a 10nm FinFET, il quale consente al processore di generare meno calore ed allo stesso tempo di garantire maggiori prestazioni. Prodotto dunque interessante, che però non vedremo installato all’ interno di dispositivi mobili prima del prossimo anno.

Importanti anche le novità per la scheda grafica, la Mali-G71, la quale racchiude una nuova architettura. Netta, infatti, la differenza rispetto al passato, grazie alla nuova architettura Bifrost che permette di migliorare le prestazioni in ambito 2D e 3D e consente di gestire ottimamente operazioni dedicate alla Realtà Virtuale. Vi è pieno supporto alle nuove API Vulkan ed ARM tiene a precisare come questa nuova componente grafica sia in grado di sostenere risoluzioni 4K fino a 120fps. Insomma, i dispositivi che la monteranno dovrebbero essere 1,5 volte più veloci rispetto ai device dell’ attuale generazione.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: