Lo storico marchio videoludico Atari ha ufficialmente dichiarato bancarotta negli Stati Uniti.

Questa spaventosa decisione è stata presa domenica scorsa in modo da poter abbandonare Atari SA, “succursale” francese del marchio già fortemente indebitata. Con questa scelta, Atari Inc. e i suoi partner d’affari stanno cercando acquirenti che possano permettersi di acquistare il marchio privatamente ma soprattutto che possa rilanciare il destino della casa madre nel settore delle applicazioni mobile.

Effettivamente la situazione patrimoniale della Atari, anno dopo anno, si faceva sempre più burrascosa: quella popolarità d’immagine nata da successi d’epoca come Pong o Space Invaders iniziò a cessare già nel 1983 che fece scattare il primo crack finanziario del marchio videoludico. Anche i dati più recenti sembrano confermare il calo delle finanze di Atari: -43% nel 2011 e -34% nel 2012. Le stesse azioni del marchio sono tutt’ora sprofondate ad 1 euro contro gli 11 euro del 2008.

Il futuro di Atari è quello di ritornare ai giochi minimal cercando di far fruttare i propri lavori aziendali nel nuovo mercato videoludico, ovvero quello di Smartphone e Tablet? Nel frattempo, A.A.A. finanziatori cercasi disperatamente.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: