Sebbene non vi sia stata alcuna rivelazione sconvolgente nel video mandato in onda ieri sera da Nightline sulle fabbriche Foxconn in Cina, sembra che Apple non abbia gradito, e ha puntualizzato su alcuni aspetti rilasciando alcune piccole correzioni e dichiarazioni.

La dichiarazione più rilevante proviene da Auret van Heerden, CEO della Fair Labor Association, a cui Apple ha recentemente aderito.

[quote]Le discussioni sono iniziate nel mese di aprile 2007, ma sono entrate in stallo nel marzo 2008. Abbiamo poi ripreso nell’aprile 2009 e abbiamo deciso di fare una piccola indagine pilota, in modo che Apple potesse avere un’idea di come i nostri strumenti potrebbero aggiungere valore al loro programma. L’indagine pilota ha portato ad una seconda attività che credo abbia contribuito alla decisione di aderire alla FLA alla fine del 2011 (ndr: noi aggiungiamo anche il clamore della stampa intorno alla vicenda Foxconn). Io, naturalmente, non posso parlare per Apple ma credo che la decisione di aderire è stato probabilmente presa alcuni mesi prima degli articoli del New York Times.[/quote]

Le osservazioni confermano che Apple sta lavorando con il FLA da qualche tempo, ma il fatto che le vere indagini siano partite dopo lo scandalo dei suicidi e degli incidenti alla Foxconn ci lascia un pò perplessi. Da parte sua, Apple ha corretto le ore di lavoro presentate in uno spezzone della trasmissione, che pare fossero state esagerate.

Per vedere tutta la trasmissione purtroppo dovreste essere cittadini statunitensi (qui il link).

Per fortuna esiste youtube:

httpv://www.youtube.com/watch?v=zqL2nS6GljY

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: