Quando gli agenti dell’FBI hanno fatto irruzione nella sua camera da letto l’8 maggio, hanno trovato Kamil Mezalka in piedi in mutande, che stringeva tra le mani una spada samurai che aveva appena conficcato nel lato del suo computer desktop, bucando il case e la scheda madre. I federali erano lì per interrogarlo in merito a 4.000 immagini e video di pornografia infantile che credevano fossero collegati al suo conto; Mezalka stava evidentemente cercando di distruggere le prove.

“Abbiamo intimato a Mezalka di far cadere la spada da samurai, ma Mezalka ci ha ignorato e ha rifiutato di obbedire”, ha scritto l’agente speciale dell’FBI che ha guidato il raid.

Il ventunenne è stato poi immobilizzato sul pavimento, disarmato e arrestato. L’FBI era arrivata nella casa di Palm Coast, Florida grazie al lavoro di un altro agente dell’FBI nella zona di Philadelphia. Il 15 marzo, l’agente di Philadelphia aveva utilizzato un servizio di file-sharing per sfogliare i file ospitati da un utente denominato “Wolfcarven,” un utente che aveva di recente aggiunto tra le amicizie.

Wolfcarven aveva migliaia di file in una directory condivisa con nomi che lasciavano poco spazio a dubbi. Dopo aver scaricato alcuni dei video e controllato i contenuti, l’agente di Philadelphia ha recuperato l’indirizzo IP utilizzato da Wolfcarven, citato in giudizio AT & T per le informazioni relative all’account utente, e ha scoperto che vive in una casa in Florida. Pochi giorni dopo è scattata l’operazione.

Dopo essere stato interrogato, Mezalka ha ammesso di essere Wolfcarven, aggiungendo di essere attratto da ragazze giovani, ma non troppo giovani: 13-18, ha detto. Per fortuna la Katana non ha danneggiato l’hard disk, al contrario di quanto sperato da Mezalka, e gli investigori hanno trovano centinaia di immagini che inchiodano il sospetto. Tra tutti i modi per eliminare i propri file, c’è da dire che il suo è uno dei più creativi e dei meno efficaci.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: