Lunedì nero per i servizi di Google: ieri sera, per alcuni minuti, l’applicazione di email più diffusa al mondo, Gmail, è andata offline, e il browser web di Google, Chrome, è crashato ripetutamente senza apparente motivo.

Non tutti gli utenti hanno sperimentato i disservizi, ma il servizio di posta elettronica è stato inaccessibile in tutto il mondo per alcuni minuti, rendendo difficoltosa la giornata lavorativa, soprattutto negli USA in quanto il down è coinciso con l’orario di lavoro mattutino.

In alcuni casi anche il browser Chrome è crashato ripetutamente, con la chiusura forzata di tutte le schede e il forzato riavvio dell’applicazione.

Google ha riferito sul suo sito che il problema è stato risolto nel pomeriggio, ma non ha specificato da cosa sia stato causato.

Il problema dei servizi interamente dislocati sul cloud è che la facilità di raggiungere e-mail e altri servizi da qualsiasi dispositivo connesso a Internet diventa rapidamente un peso quando si verifica un disservizio, in quanto il problema si estende a tutte le piattaforme.

Twitter si è scatenata sul caso, e l’hashtag @gmail è stato preso di mira in pochi minuti, con alcuni utenti che hanno persino ipotizzato che il crollo di gmail corrispondesse alla profezia dei Maya sulla fine del mondo.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: