Dopo che Google ha assunto un quasi atteggiamento da spaccone con la pubblicazione di un vulnerabilità di Windows 8.1 proprio due giorni prima del classico patch Tuesday di Microboft con il fil ufficiale in arrivo, ecco che la stessa azienda non intende risolvere un bug importante di Android.

Se non altro la cosa è importante perché coinvolge circa un miliardo di utenti con versioni di Android precedenti alla 4.4 KitKat. Questo bug che potenzialmente permetterebbe a malintenzionati di accedere agli smartphone abbastanza facilmente. Purtroppo, come prevedibile, Google non intende risolvere il problema, saranno i vari OEM e produttori che potrebbero rilasciare una patch. È come se Google chiedesse ai vari Lenovo, ASUS e Acer di rilasciare per conto proprio gli update a Windows o a Windows Phone.

Problema di sicureza Android

Il problema della frammentazione di Google e della mancanza di supporto da parte del colosso di Montain View si fa sentire e gli OEM sicuramente non avranno intenzione di investire dei soldi per rilasciare un aggiornamento per vecchi terminali, probabilmente di fascia bassa che non renderebbero un singolo centesimo all’azienda.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: