Opera  ha confermato questo venerdi tramite un comunicato ufficiale di aver subito un attacco ai propri server verso la metà di questa settimana, esponendo gli account degli utenti sync presenti sul server ai malintenzionati hacker.

“Questo attacco è stato rapidamente bloccato. Tuttavia crediamo che alcuni dati, tra cui i nomi utenti e le password degli account sync potrebbero essere compromessi”

Questo significa che se usate il servizio Opera Sync potrebbe essere una buona idea cambiare password il prima possibile.

RESETTA LA PASSWORD OPERA

Per precauzione Opera ha già resettato tutte le password degli account Opera Sync, mandando un’email informativa a tutti gli account del servizio avvisando della breccia ed invitando gli utenti a cambiare la propria password di sicurezza. Come precauzione Opera suggerisce anche di cambiare le password di altri servizi che utilizzavano la medesima password e anche di servizi di terze parti che erano collegati ad Opera Sync.

Nonostante le password intercettate potrebbero essere criptate, è sempre meglio prevenire che curare dal momento che non sappiamo quali informazioni sensibili possano essere state esposte. Per tentare di mitigare la notizia ( e forse darsi la zappa sui piedi ndr. ) Opera ha precisato che fino alla scorsa settimana solamente lo 0.5% degli utilizzatore del browser Opera utilizzano il servizio di sincronizzazione. Tuttavia sono sempre 1.7 milioni di persone. Se siamo tra i restanti 350 milioni di utenti che usano Opera senza Sync NON c’è alcuna azione da compiere in quanto il resto dei dati è al sicuro.

Uno dei problemi più comuni è che spesso la stessa password è utilizzata su più servizi, quindi se è bene cambiare periodicamente password ed utilizzarne diverse in base al servizio che stiamo utilizzando. Uomo avvisato…

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: