Un notebook che a prima vista risulta oggettivamente un po’ strano. Stiamo parlando del nuovo HP ZBook 15, il modo con cui HP vede il mondo delle Workstation portatili ma che in realtà di portatile non hanno molto se non il form factor ed una batteria integrata.

A prima vista infatti spaventa un po’ il suo spessore e il suo peso che ricordano quelli di altri tempi, ma sotto le scocche emergono un grande potenziale prestazione con un hardware di primo livello e tanti dispositivi di sicurezza. Ma prima di cominciare la nostra recensione inquadriamo questo prodotto nella sua fascia di prezzo (non troppo accessibile):

HP ZBook 15u G4 Portatile, 15,6" FHD UWVA, Intel Core i7-7500U 2,7 GHz, 8GB DDR4 2133GHz, SSD 256GB PCIE, AMD FirePro W4190M, Windows 10 Pro 64

2781,58€  Amazon Prime

1435,81€ Trovaprezzi  [venduto da Hwonline]

1918,99€ Kelkoo [venduto da Monclick]

HP ZBook 15 – Specifiche

HP ZBook 15

Il modello che abbiamo ricevuto in test e, come quasi sempre avviene, un modello di fascia media, che non ha le caratteristiche top ma che ci si avvicina molto. Abbiamo infatti una soluzione Intel Core con processore i7 quad-core da 3.4 GHz con la GPU integrata di Intel che è stata disattivata per migliorare le prestazioni e l’affidabilità.

Al comparto grafico abbiamo una GPU professionale della serie Quadro di Nvidia con 2 GB di memoria GDDR5 a bordo e dei driver dedicati per ottimizzare le prestazioni grafiche con i software professionali. Il display è un’unità particolare on tecnologia DreamColor Full HD.

Una cosa che un po’ spaventa dalla scheda tecnica sono dimensioni e peso, che andremo un po’ ad approfondire nel prossimo paragrafo della recensione. Ecco di seguito una breve scheda tecnica che riassume a grandi linee le caratteristiche del portatile:

    • Schermo: 15.6 pollici LED 1920 x 1080 pixel;
    • Sistema Operativo: Windows 8.1 Pro 64bit aggiornabile a Windows 10 (disponibile downgrade a Windows 7 Pro 64bit );
    • CPU: Intel Core i7-4700MQ da 2.4 GHz in turbo sino a 3.4 GHz;
    • GPU: Intel HD 4600 (disattivata) + Nvidia Quadro K2100M 2GB GDRR5 ;
    • RAM: 8 GB DDR3 1600 MHz (2 Slot liberi, 2 Slot occupati);
    • Webcam: Webcam 720p HD;
    • Tastiera e touchpad: Tastiera resistente a liquidi e infiltrazioni, Touchpad Synaptic multitouch e trackball. Doppi pulsanti mouse;
    • Connettività: Wi-Fi 802.11a/b/g/n (2×2), Bluetooth 4.0 e slot SD;
    • HDD: 750 GB 5400rpm + 32 GB SSD RAID;
    • Porte: 3 USB 3.0, 1 USB 2.0, 1 Thunderbolt (miniDisplay Port),1 DisplayPort, 1 jack combo audio, alimentazione, RJ-45, 1 connettore docking, 1 connettore batteria secondaria, 1 VGA, ExpressCard/54, lettore di smart card;
    • Peso: 2.8 kg, dimensioni 38,15 x 25,7 x 3,05 cm;
    • Batteria, 8 celle da 75 Wh.

HP ZBook 15 – Design ed Ergonomia

HP ZBook 15 recensione  (12)

È un portatile aziendale, quindi l’ultima cosa che si pretende è l’essere elegante e di design. Abbiamo infatti una serie di porte ed espansioni che necessariamente rendono il portatile molto spesso come la ExpressCard e il lettore di Smart Card impilati l’uno sull’altro, o anche lo slot rapido per accedere a tutte le connessioni principali esterne e a due dei quattro slot RAM che sono lasciati liberi.

in ogni caso superare i 3 centimetri di spessore in un portatile del 2014 non è proprio il massimo che si potesse fare. Abbiamo infatti esempi di portatili con hardware simile, un processore da 47 Watt e una GPU Quadro a bordo con spessori notevolmente ridotti quasi della metà, parliamo ovviamente del Dell XPS 15 o della workstation Dell Precision M3800.

Non aspettatevi di poter portare questo notebook in giro, perché i quasi 3 Kg di peso, se non completamente proibitivi sono un limitatore notevole alla portabilità. In ogni caso i materiali plastici per le scocche e il metallo per il retro dello schermo con una cornice gommata rendono il portatile molto resistente.

HP ZBook 15 – Tastiera & Touchpad

HP ZBook 15 recensione  (22)

Ottima davvero come si deve per un computer votato ad un certo uso professionale. La tastiera ha una corsa ottima e una dimensione proporzionata alle dimensioni da 15 pollici dello schermo. Non manca un tasteranno numerico esteso che risulta molto comodo.

Abbiamo anche la retroilluminazione per i tasti ad un solo sistema e a due livelli di retroilluminazione attivabile con un solo tasto funzione. la tastiera ha una serie di tasti in seconda funzione per regolare luminosità, volume e latri parametri, ma mancano i tasti multimediali su un notebook ovviamente non votato alla multimedialità.HP ZBook 15 recensione  (17)

Il touchpad è molto buono e si utilizza molto bene, non è dotato di pulsante esteso ma abbiamo due file a tre pulsanti con tasto sinistro e desto e centrale del mouse. Unica pecca è che abbiamo uno spessore che c’è tra la superficie del notebook e il touchpad stesso. Ad integrare il touchpad multitouch, abbiamo una trackball al centro della tastiera.

HP ZBook 15 – Display

HP ZBook 15 recensione  (18)

Questo è uno dei migliori display che abbiamo mai visto su un portatile. I colori sono riprodotti in maniera molto fedele alla realtà e la definizione è elevatissima e garantisce elevati standard di qualità grazie alla tecnologia DreamColor e al software HP Integrato per la calibrazione del display.

Ottimi sono gli angoli di visuale, dato che si tratta di un display IPS, un po’ meno i tempi di risposta del pannello, il che lo rendono ottimo per un uso professionale in ambito grafico. Ovviamente non è il miglior display esistente sul mercato, ma se ci stringiamo a guardare solo i notebook questo pannello surclassa un po’ tutti, persino il MacBook Pro Retina. Il miglior display per Notebook

A vantaggio di questo HP c’è anche il pannello di tipo antiriflesso, che manca sul MacBook Pro Retina, cosa che viene impedita per la presenza di un vetro sul notebook Apple. La risoluzione è di 1920 x 1080 pixel contro i 2880×1800 del modello 15 pollici Retina e questo dimostra come la risoluzione non sia tutto su un display.

HP ZBook 15 – Prestazioni

HP ZBook 15

Le prestazioni sono sicuramente il punto forte di questo notebook. Abbiamo infatti una soluzione i7-4700MQ di Intel dotata di quattro core e tecnologia Hyper-Threading con clock che arriva sino a 3.4 GHz accompagnato da una GPU Nvidia della fascia Quadro che riesce a sostenere il processore nei lavori 3D accelerati più complessi con 2 GB di memoria ultraveloce GDDR5.

Abbiamo inoltre ben 4 slot di memoria RAM DDR3 con frequenza sino a 1600 MHz, nel modello in test ne erano occupati due con 4 GB ciascuno per un totale di 8 GB che per una macchina del genere sono il minimo indispensabile. I due slot liberi sono accessibili direttamente dall’utente nel pannello di manutenzione per un veloce upgrade a 16 o a 24 GB ad esempio. Tanta potenza ma un SSD nel modello base è quasi d’obbligo

HP ZBook 15 recensione  (27)

Abbiamo eseguito con successo programmi con progetti anche abbastanza pesanti come AutoCad e Photoshop senza alcun problema e avendo anche molti programmi aperti contemporaneamente in background. Nessun crash di sistema si è registrato durante i periodo di test del notebook.

Abbiamo anche eseguito la nostra classica suite di benchmarks con CineBench R15 che verifica le effettive enormi potenzialità del processore e della scheda grafica nelle operazioni OpenGL e PC Mark 7 che mostra come il notebook pecchi in velocità data la mancanza di un disco SSD. Il disco di sistema è infatti un solito Hard Disk meccanico con 32 GB di memoria Flash esterna su porta mSATA in RAID per velocizzare il tutto.

Di conseguenza CrystalDiskMark ha evidenziato la velocità non troppo elevata del disco fisico. Abbiamo anche eseguito 3D Mark per misurare nello specifico le prestazioni del comparto grafico che è affidato solo al comparto grafico della Nvidia Quadro, mentre la scheda grafica Intel è completamente disattivata. Ecco tutti i benchmark che abbiamo eseguito:

HP ZBook 15 benchmark

HP ZBook 15 – Produttività

HP ZBook 15 recensione  (9)

Il portatile è sicuramente molto votato alla produttività, abbiamo a bordo un’ottima tastiera e un ottimo touchpad che ci permette di produrre e di lavorare molto bene. Sulla parte inferiore del notebook abbiamo una porta dock b una porta per una batteria secondaria per estendere l’autonomia del dispositivo.

Ottima è la presenza di tante porte anche non troppo recenti. Abbiamo infatti una porta VGA oltre ad altre due uscite video, una display Port e una MiniDiplay Port tramite la porta Thunderbolt di Intel a 10 Gbps che fino ad ora abbiamo visto solo sui notebook Apple.

Non mancano ovviamente tante porte USB 3.0, una delle quali può ricaricare terminali USB anche da spento o se in stato di stand-by. Abbiamo in totale tre porte con l’ultima tecnologia di collegamento e una porta dotata di tecnologia 2.0. Non mancano ovviamente una porta Ethernet per la connessione di rete cablata.La workstation mobile al massimo dell’espandibilità

Decisivo per una buona produttività aziendale sono i chip e i dispositivi di sicurezza, con un chip TPM che permette la crittografia del disco, un lettore di impronte digitali e un lettore di smart card tutti integrati anche con il firmware UEFI di sistema e con Windows grazie al software HP Securtity.

Gli altoparlanti di sistema sono di discreta qualità, ma non di ottima. Il sistema audio si completa con un doppio microfono che ci aiuta a rimuovere i rumori di fondo mentre stiamo registrando o videochiamando qualcuno. A questo proposito dobbiamo dire che la webcam integrata a bordo non è una delle migliori, sinceramente nel 2014 è un po’ strano vedere smartphone estremamente economici con fotocamere da 5 MP e vebcam da 720p su notebook da oltre 1000€.

HP ZBook 15 – Autonomia

HP ZBook 15 recensione  (25)

L’autonomia di questo notebook non è proprio il suo forte. Abbiamo una mostruosa batteria da 8 celle e da 75 Whr ma nonostante tutto non riusciamo a tenerla in piedi per molto tempo dato il consumo molto elevato di schermo, processore ma sopratutto della componente GPU di Nvidia.

Quella che abbiamo registrato è stata un’autonomia di poco meno di 3 ore in navigazione web sotto WiFi, davvero poco e sinceramente ci aspettavamo molto di più da un’unità da 8 celle come questa. Su un modello con 6 celle di alimentazione come l’HP Envy 15 abbiamo infatti avuto un’autonomia di 5 ore circa nonostante schermo della stessa risoluzione e processore identico. State sempre vicini ad una presa!

Riteniamo che si possa arrivare sino a 4 ore ma non troppo di più curando molto la luminosità dello schermo e tendendo sott’occhio i processi in background e impostando la modalità risparmio energetico della gestione dell’alimentazione di Windows, ma crediamo che con un po’ di ottimizzazione in più si potesse fare qualcosina di più.

HP ZBook 15 – Software

HP ZBook 15

A livello di software non abbiamo troppo software preinstallato. Va innanzitutto notata però la presenza di quattro DVD software in confezione. Abbiamo i due DVD di sistema con Windows 7 Pro 64bit e Windows 8.1 Pro 64 bit e altri due DVD con i software e driver HP per i relativi OS di Microsoft.

In dotazione dovrebbero esserci oltre ai driver per la GPU, un software per gestire il sistema RAID con l’hard disk e il disco mSATA flash da 32 GB di Intel, la solita utility per la gestione dell’accelerometro del disco rigido meccanico e per evitare che si possa danneggiare quando si sballotta un po’ il notebook.

Abbiamo infine anche i software HP Support Assistant per gestire aggiornamenti di Driver, firmare e UEFI. Interessanti sono l’utility per la gestione dell’audio e quella per la calibrazione dei colori dello schermo DreamColor di HP. Abbiamo testato sia il computer con Windows 8.1 che con Windows 7 e entrambi girano in maniera molto stabile ma ovviamente a meno di particolari esigenze il nostro consiglio è di restare su Windows 8.1.

HP ZBook 15 – Conclusioni

Si tratta di una macchina molto potente ma un po’ meno veloce, con un prezzo molto, molto elevato che non ci permette di consigliare completamente e di primo impatto questo prodotto. Abbiamo però uno dei migliori display sul mercato, un’ottima espansibilità e tanti dispositivi di sicurezza.

In definitiva quindi se siete dei professionisti, il monitor per voi è sacrosanto, avete necessità di una potente GPU Nvidia Quadro e di tante tante connessioni a bordo questa è la scelta migliore sul mercato rinunciando però a portabilità, autonomia e anche ad un po’ di design, altrimenti le soluzioni sono Dell XPS 15 o Dell Precision M3800.

HP ZBook 15 pro e contro

HP ZBook 15 – Offerte

Il nostro modello che abbiamo provato si attesta su un prezzo di 3.333€ a listino, ma si può trovare il modello con disco SSD e con processore leggermente superiore al nostro ad un prezzo di circa 2400€, ancora tantino per considerare questo un portatile con un buon rapporto qualità/prezzo.

Buono è invece il modello di partenza che costa circa 1300€ ma non monta i display DreamColor e non ha il modulo cache di SSD oltre ad una GPU Nvidia Quadro meno potente. Ecco le migliori offerte dal Web:

HP ZBook 15 – Galleria

Si ringrazia l’ufficio stampa HP per il sample testato

I nostri voti

Design ed Ergonomia6
Tastiera & Touchpad8
Display9.5
Prestazioni9
Produttività8
Autonomia5
Rapporto qualità/prezzo6
Voto finale7.4

Rimani aggiornato in tempo reale sulle offerte tech grazie al nostro canale Telegram!

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: