Dopo la separazione consensuale, ma non del tutto pacifica, tra l’azienda cinese di smartphone OnePlus e gli sviluppatori della ROM CyanogenMod, i prossimi smartphone della casa dovranno trovare un altro sistema operativo, ma per il momento si sa soltanto che si tratterà di una versione ad hoc di Android. Nulla vieta dunque che in futuro possa essere proprio OxygenOS e la sua variante cinese HydrogenOS, a prendere il posto della Cyanogen. La ROM era già disponibile in passato per lo Oneplus One e in questi giorni è giunto anche l’annuncio che il prossimo 28 maggio, in concomitanza con l’inizio del Google I/O dove probabilmente esordirà Android M, sarà disponibile la nuova release della ROM basata su Android 5.0 Lollipop, che introdurrà un miglioramento delle prestazioni e dell’autonomia della batteria.

Hydro

La situazione peraltro è forse un po’ difficile da comprendere per noi in Occidente, ma la Cina è un mercato molto particolare e ancora molto poco globailizzato in fatto di gusti e preferenze. Nella nazione dove Google non riesce a sfondare e tutti utilizzano Weibo invece di Facebook, i produttori locali sono soliti utilizzare versioni di sistema operativo differenti da quelle impiegate poi al di fuori del confini  nazionali e in questo anche OnePlus non si distacca dagli altri. Già quando lo smartphone OnePlus One era commercializzato da noi con la CyanogenMod, il produttore utilizzava infatti per la Cina ColorOS di Oppo ed ora quindi alla stessa maniera, renderà disponibile in tutto il mondo la ROM OxygenOS, mentre per il mercato interno sarà appunto disponibile la variante HydrogenOS, più rispondente ai gusti e alle preferenze locali.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: