La nuova linea di processori Intel Core, appartenenti alla settima generazione, è in dirittura di arrivo. Il colosso dei semiconduttori di Santa Clara ha svelato oggi numerose informazioni relative alle performance dei nuovi processori facenti parte della nuova famiglia Kaby Lake, che succede all’attuale Sky Lake. Tra le novità più importanti vi sono la capacità di decoding video 4K Ultra HD on-chip, e un nuovo motore grafico in grado di performare in maniera ottimale con  Overwatch in 1080p.

Grazie ad un consumo ancora minore rispetto ai loro predecessori, i nuovi processori Intel permetteranno inoltre di realizzare notebook e dispositivi 2-in-1 ancora più sottili. In attesa delle CPU Kaby Lake per desktop, che non dovrebbero arrivare prima di gennaio 2018, scopriamo nel dettaglio le caratteristiche delle CPU mobile, che potranno essere toccate con mano durante l’IFA 2016 e verranno commercializzate presumibilmente nel mese di ottobre.

Intel Kaby Lake

Intel Kaby Lake

Kaby Lake è il nome in codice per i processori Intel Core di 7ª generazione. Si tratta in sostanza di un aggiornamento minore delle CPU di 6ª generazione che conosciamo come Sky Lake, che si rivela tuttavia molto promettente per il mercato notebook del 2017. Va ricordato che recentemente Intel ha abbandonato il proprio storico ciclo “Tick-Tock” relativo allo sviluppo dei processori: è per questo motivo che Kaby Lake non apporta importanti modifiche strutturali all’architettura di Sky Lake.

Il cosiddetto “Tick-Tock” consisteva nel periodico succedersi di una fase di refresh costituita dalla riduzione del processo produttivo (minori dimensioni dei transistor e, di conseguenza, dei consumi), e di una fase di miglioramenti dell’architettura delle CPU. Dal momento che la riduzione del processo produttivo è oramai vicina ai suoi limiti fisici, Intel ha deciso di dividere in tre fasi la vita della famiglia a 14nm: riduzione del processo produttivo (per l’appunto, a 14nm), miglioramenti dell’architettura, e ottimizzazione.

Intel Kaby Lake

Kaby Lake costituisce il terzo step – ovvero quello di ottimizzazione – di questo nuovo processo, che ha avuto inizio con le prime CPU Broadwell a 14nm di quinta generazione, ed è proseguito con l’introduzione delle attuali CPU di sesta generazione Sky Lake. A Kaby Lake succederà Cannon Lake, che si avvarrà di processo produttivo a 10nm.

Intel ha descritto il processo produttivo di Kaby Lake come “14nm+“: i processori di settima generazione saranno infatti più performanti di quelli di sesta generazione a parità di consumo energetico, permettendo migliore efficienza e maggiori frequenze di Turbo Boost, che potranno essere mantenute per più tempo.

Kaby Lake • Multimedia

L’innovazione principale di Kaby Lake è probabilmente costituita dal suo nuovo motore multimediale (media engine), che implementa la decodifica on-chip dei video in Ultra HD. I processori di sesta generazione erano già in grado di decodificare i video in 4K, ma ciò avveniva via software e aveva un impatto negativo sull’autonomia dei dispositivi. Adottando la decodifica hardware, Intel promette una maggiore autonomia ed una riduzione del calore: le stime parlano di una durata della batteria tre volte superiore in fase di decodifica di video 4K.

Naturalmente tali stime cambieranno da notebook a notebook, ma si tratta ugualmente di un miglioramento di spessore. Il nuovo motore multimediale di Intel supporterà i codec VP9 e HEVC 10-bit, che coprono la quati totalità dei formati per i video in Ultra HD – specialmente per quanto riguarda lo streaming.

Kaby Lake • Specifiche tecniche

Il primo processore Kaby Lake ad essere stato mostrato dal colosso americano è Intel Core i7-7500U, soluzione dual-core con Hyper-Threading che verrà adottata dai produttori di notebook ultrasottili, come ad esempio il futuro Microsoft Surface Pro 5. I benchmark ufficiali di Intel confrontano Core i7-7500U con la soluzione equivalente della generazione precedente, ovvero lo Sky Lake Core i7-6500U. Il miglioramento di performance globale registrato con SYSmark 2014 – si parla dunque di produttività – è pari al 12%, che sale al 19% nelle performance web se si considera invece il benchmark WebXPRT 2015.

Intel Kaby Lake

Intel Kaby Lake

Intel ha deciso di rinominare nuovamente il proprio brand Core M, che confluirà nella gamma Core i: saranno comunque ugualmente riconoscibili dalla presenza della “Y” all’interno del model numer del processore. Stando ai benchmark, l’incremento prestazionale dei nuovi Core i a basso consumo rispetto agli attuali Core M è molto simile: si assiste infatti ad un miglioramento del 12% nella produttività e del 18% nelle performance web.

Intel Kaby Lake

Intel Kaby Lake

Precedentemente Intel aveva reso noto che i suoi nuovi processori sarebbero stati in grado di far girare con il loro chip grafico integrado (Intel HD Graphics) il noto titolo Overwatch in Full HD. Se ciò fosse vero, significherebbe che presto potrebbero essere commercializzati computer portatili privi di scheda grafica dedicata come notebook gaming a basso costo.

Kaby Lake • CPU Desktop

Attualmente non sappiamo molto a proposito delle future proposte desktop Kaby Lake di settima generazione. È noto che i processori utilizzeranno lo stesso socket (LGA1151) delle attuali soluzioni Sky Lake di sesta generazione. Ciò significa che per i possessori di schede madri dotate di questo socket probabilmente sarà sufficiente un aggiornamento del BIOS per poter beneficiare delle nuove CPU Kaby Lake.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: