Meizu ha annunciato il suo nuovo smartphone top di gamma Meizu PRO 6 e, con grande sorpresa, apprendiamo che è più piccolo del precedente. Meizu PRO 5 aveva infatti un display da phablet, con diagonale da 5.7 pollici, mentre il nuovo Meizu Pro 6 monta un pannello da 5.2 pollici. Che l’effetto Apple SE abbia condizionato il produttore cinese? Questo non possiamo saperlo, mentre sappiamo che il display di Meizu PRO 6 è un ottimo display: si tratta infatti di un Super AMOLED Full HD da 1920 x 1080 pixels, protetto dal Curved Gorilla Glass 3.

Meizu Pro 6

La specialità della casa è 3D Press, una funzionalità analoga al 3D Touch di Apple. La componentistica interna è da urlo: ci si trova di fronte ad un processore deca-core MediaTek Helio X25 con GPU Mali-T880, in sostanza una versione con overclock dell’Helio X20. La dotazione di RAM è pari a 4GB (non 6GB come trapelato in precedenza).

Meizu Pro 6

Molto interessante anche il discorso fotocamera: Meizu PRO 6 sfrutta infatti un sensore da 21.1MP Exmor RS IMX230 da ben 7.25 millimetri, provvisto di PDAF (Phase Detection AutoFocus) Laser e di un Flash Dual Tone a 10 LED – disposti attorno al sensore autofocus. Qualche dubbio sulla batteria non troppo capiente – per gli standard a cui siamo abituati adesso, perlomeno – da 2560 mAh, anche se essa supporta la ricarica veloce con mCharge da 24W.

Meizu Pro 6

La disponibilità sul mercato di Meizu PRO 6 è prevista a partire dal 23 di aprile a 2500 yuan (circa 340 euro) per il modello base con comparto di storage da 32GB, e 2800 yuan (circa 380 euro) per quanto concerne la variante con 64GB di memoria interna. Prezzi decisamente allettanti, vista e considerata la componentistica e il fatto che il predecessore Meizu PRO 5, probabilmente a causa dello schermo molto più grande, ha un costo addirittura superiore. Speriamo di vederlo presto in Italia, possibilmente non ad un prezzo non maggiorato, perché qui c’è aria di best-buy.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: