TESS • Il nuovo telescopio spaziale della NASA cercherà “casa” vicino al sistema solare

Transiting Exoplanet Survey Satellite avrà il compito di rintracciare pianeti potenzialmente abitabili nei dintorni del sistema solare

La missione Kepler, facente parte del programma Discovery della NASA, ha lo scopo di esplorare galassie lontane migliaia di anni luce alla ricerca di pianeti extrasolari simili alla Terra. Il nuovo “cacciatore di pianeti” della NASA, tuttavia, terrà sott’occhio i sistemi planetari più vicini al nostro sistema solare: si chiama TESS – che sta per Transiting Exoplanet Survey Satellite – e avrà il compito di osservare le stelle e intercettare eventuali pianeti sconosciuti nel momento in cui essi, transitando davanti ad esse, saranno visibili in “controluce”.

missione spaziale kess telescopio

TESS si pone l’obiettivo di identificare corpi celesti potenzialmente abitabili: per questo motivo sarà tarato per ricercare pianeti con dimensioni e periodi di rivoluzione ritenuti compatibili con la sopravvivenza umana. Dal momento che la Terra e i pianeti Super Terra hanno dimensioni relativamente contenute, TESS potrà osservare stelle distanti “solamente” centinaia di anni luce dal sistema solare.

Il lancio del nuovo telescopio spaziale è previsto per il 2017 o il 2018; ci si aspetta che nel corso della missione, che si completerà entro due anni, verranno osservate 200.000 stelle. Ad ogni modo, TESS ha anche la capacità di rilevare altri corpi celesti e fenomeni cosmici, quindi la NASA potrebbe utilizzarlo anche per osservare supernove, sistemi binari e buchi neri.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: