Avreste mai immaginato che un giorno gli smartphone avrebbero richiesto un sistema di raffreddamento a liquido, come i più potenti PC gaming (a proposito, leggete la nostra guida)? Neppure noi, eppure NEC ha introdotto un nuovo smartphone dal nome Medias N X-60E, che dispone di questa tecnologia.

Prima di saltare a conclusioni affrettate, del tipo che si tratti uno smartphone con processore follemente overcloccato, vi diciamo subito che Medias X monta un normale Qualcomm Snapdragon 600 con clock standard a 1,7 GHz, il che significa che il telefono non dovrebbe riscaldare troppo.

Allora cosa ha spinto gli ingegneri a sviluppare il sistema di raffreddamento a liquido per questo dispositivo? In poche parole, il sistema aiuta a dissipare il calore della CPU e blocca la diffusione dello stesso alle altre aree del telefono cellulare, il che dovrebbe contribuire a rendere lo smartphone molto più fresco da tenere in mano.

sc002
Il calore si diffonde più velocemente e in modo più uniforme rispetto ad uno smartphone non raffreddato a liquido.
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: