Non è ancora arrivato il momento di dire addio al pianeta terra, come da alcuni profetizzato in accordo al calendario Maya, ma il 2012 segna comunque la fine di un periodo, quello dei netbook. Dubitiamo che i Maya si riferissero a questo, profetizzando un cambiamento epocale del globo terrestre, ma vale comunque la pena di trattare l’argomento.

I netbook si estingueranno nel 2013. Anche Asus, fondatrice del segmento col suo primo EeePC, e Acer, l’altro principale sostenitore dei netbook, hanno annunciato di voler definitivamente bloccare la produzione dei mini computer nel corso dell’anno. Una volta esaurite le scorte di magazzino, i netbook pian piano spariranno.

Gli altri produttori di netbook avevano già fiutato l’andazzo parecchi mesi fa, con Samsung che ad inizio 2012 aveva “soppresso la produzione di tutti i netbook da 10 pollici, per lasciare spazio solo agli ultraportatili con schermi da 11,6 e da 12 pollici e agli ultrabook”,  con Dell e HP che avevano seguito a ruota.

Il mercato dei netbook, nel 2012, era stato perlopiù confinato ai mercati emergenti (sud-est asiatico e Sud America), ma l’andamento era abbastanza chiaro, con smartphone e tablet che continuavano a rosicchiare quote di mercato.

Le cause della fine dei netbook

L’iniziale successo dei netbook era dovuto principalmente a due fattori, che sono pian piano venuti meno, vediamo come.

image

Portabilità

La portabilità è sicuramente uno degli aspetti più interessanti dei primi netbook. Peccato che con il passare del tempo gli utenti hanno iniziato a richiedere maggiore potenza hardware e dimensioni più comode dello schermo, spingendo i produttori a sacrificare in parte l’autonomia e le dimensioni del dispositivo. A quel punto sono arrivati i tablet e gli ultrabook, e non c’era più spazio per i netbook.

Prezzo

Discorso simili può essere fatto per il prezzo dei netbook, inizialmente estremamente contenuto. Con il prezzo dei notebook in forte discesa e la dotazione hardware dei netbook in salita (e di conseguenza anche il costo), il divario tra i due prodotti si è notevolmente ridotto nel tempo, spingendo molti consumatori ad acquistare un dispositivo più potente, nonostante le dimensioni maggiori. Anche in questo caso l’arrivo dei tablet, persino più economici dei netbook, ha decretato la fine del segmento.

Via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: