E’ passato circa un anno da quando Microsoft ha rilevato la divisione smartphone di Nokia, producendo i primi Lumia non più a nome dell’azienda finlandese ed ora, secondo voci insistenti di corridoio, quest’ultima starebbe pianificando di tornare a competere sul mercato con device a nome proprio.

L’accordo con Microsoft infatti prevede che Nokia non possa più introdurre smartphone col proprio brand, ma soltanto fino all’ultimo trimestre del 2016, mentre i tablet erano esclusi da questa formula, tanto che già lo scorso anno Nokia ha presentato il proprio N1 basato su sistema operativo Android 5.0 Lollipop. La strada dunque molto probabilmente sarà identica, nel senso che anche i prossimi smartphone utilizzerano l’OS del robottino verde, magari apponendo il proprio brand su prodotti realizzati da altri partner che lo utilizzerebbero così sotto licenza.

nokia n1

Le voci di corridoio riguardo a un eventuale rientro di Nokia nell’arena degli smartphone seguono tra l’altro a pochi giorni di distanza dalla notizia dell’acquisizione di Alcatel-Lucent per un importo di quasi 16 miliardi di dollari e, assieme, vanno a rinforzare le ambizioni, anche queste più volte chiacchierate, dell’azienda di competere con la svedese Ericsson nel campo della fornitura di equipaggiamenti per il networking professionale. Infine sembrerebbe anche che Nokia stia valutando di vendere la divisione di mapping Here, ormai matura e molto apprezzata come servizio.

Insomma sono tanti i progetti dell’azienda finlandese che, uscita dalle secche degli anni scorsi proprio grazie all’intervento di Microsoft, starebbe penbsando a un suo rilancio in grande stile, magari proprio per tornare a fare concorrenza a Redmond come ai tempi del duello Symbian/Windows Mobile.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: