Siamo abbastanza convinti che nel guardare l’immagine di apertura abbiate tirato un sospiro di sollievo. Il robottino che conosciamo oggi di Android, chiamato Bugdroid, è oramai diventato un’icona universalmente riconoscibile alla stregua della più blasonata mela di Cupertino. 

Non tutti sanno però che Bugdroid non è stata la prima Mascotte di di Android. Gli eccentrici robottini che vedete sono stati creati da Dan Morrill e che furono usati per abbellire la presentazione di Android all’epoca in cui il sistema operativo era principalmente ancora su materiale cartaceo o in forma di slide.

Fortunatamente i robottini non sono stati scelti per rappresentare android, anche se hanno vissuto abbastanza a lungo per meritarsi un proprio nome: Dandroids.

Irina Blok è l’autrice dell’attuale design di Android, anche se in molti riconoscono il design dell’attuale Androide in un vecchio gioco per Atari Lynxs “Gauntlet: The Third Encounter”

androidcopyeng

LA seconda demo per sviluppatori fu chiamata internamente R2-D2 (abbreviazione di Release To Developers 2) ma a causa di problemi di copyright si è optato per assegnargli nomi inspirati ai dessert, un’idea di PC Gibson.

Via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: