Microsoft sta tenendo in questi giorni la propria conferenza più importante dell’anno, rivolta appunto agli sviluppatori di applicazioni, considerato da molto tallone di Achile di tutte le piattaforme mobile di Microsoft. Con Windows 10 Microsoft vuole però fare di tutto per recuperare sui concorrenti con nuovi modi di sviluppare le applicazione e pubblicarle poi sul Windows Store.

Microsoft ritiene la sua la piattaforma più interessante al mondo, perché permetterà di raggiungere nel breve termine un miliardo di utenti tra nuovi PC, convertibili, smartphone, tablet e Xbox One e vecchi utenti Windows 7 e Windows 8 che aggiorneranno gratuitamente entro il primo anno. Ma vediamo insieme quali sono le nuove modalità di sviluppo per il Windows Store.

Da iOS – Project Islandwood

Project Islandwood sviluppare per Windows 10
Project Islandwood porta le app iOS su PC. smartphone e tablet Windows
Quella che secondo noi sarà la modalità più gettonata

Un semplice tool che in abbinata all’ultima versione di Visual Studio 2015 ci dà la possibilità di convertire i progetti scritti in Objective C per iOS con XCode e ricompilarli direttamente per l’ambiente Windows Universal, magari facendo gli opportuni tweak semplicemente all’interfaccia grafica.

Consacrerà il successo del Windows Store?

Il tutto con un’immediata compatibilità di tutto il codice di base principale con la piattaforma di Microsoft e quindi facilmente riportabile su Xbox o su uno smartphone Windows oltre che su un PC desktop. Microsoft ci ha tenuto a sottolineare che Candy Crush Saga è stato portato su Windows Phone proprio in questo modo.

Da Android – Project Astoria

Project Astoria sviluppare per Windows 10
Project Astoria porta un pizzico di Android su Windows

Una conversione un po’ più simile ad un porting rispetto alla precedente. In questo caso Windows Phone integra un sottosistema Android in grado di gestire applicazioni Java scritte per Android e non ottimali per l’utilizzo su un dispositivo Microsoft.

Un aiuto per gli sviluppatori Android

Abbiamo in questo caso visto un’applicazione per la ricerca delle strutture alberghiere portata immediatamente da Android su un Lumia 1520 con Windows 10 mobile e con tutte le modalità di input di quest’ultimo restando completamente integrata e integrabile successivamente con tutti gli ottimi servizi e strumenti che Microsoft ci offre.

Da una Web App – Project Westminster

Project Westminster sviluppare per Windows 10
Un App Web nel Windows Store con pochi click

Microsoft ha anche inserito un’ulteriore possibilità per tutti gli sviluppatori di applicazioni web. pensiamo quindi a tutte quelle “estensioni” che vanta il Chrome Web Store, complesse applicazioni su siti web con un’importante parte di codice che potrà essere semplicemente portata su Windows con pochi click e subito distribuita sullo store per una maggiore visibilità.

Non solo, le nuove Web App potranno cambiare interfaccia che si sia sul web o che si stia utilizzando la versione app per Windows Universal. Inoltre pare ovvia ormai la possibilità di integrare notifiche, servizi come Xbox Live o Cortana anche da app chiusa.

Da Windows desktop – Project Centennial

Project Centennial sviluppare per Windows 10
Photoshop sul Windows Store? Ora è possibile!

Niente più registro, niente più cartelle spazzatura

L’ultima modalità di sviluppo per il Windows Store è quella classica che utilizza le normali Win32 e le librerie .NET di Microsoft. Volete un esempio? Tutti i browser per Windows, la Suite di Adobe CC, Office versione desktop, Autocad, tutte le applicazioni che noi siamo abituati ad utilizzare su desktop di Windows 7 o di Windows 8.

Con questo semplice tool gli sviluppatori potranno convertire con davvero pochissimi click preservando l’interfaccia ma ponendo le app in un’ambiente estremamente più sicuro ed estremamente meno gravoso sul sistema rendendole facili da disinstallare e da spostare da un supporto ad un altro.

Anche qui sarà quindi possibile integrare i servizi Microsoft e magari si può anche pensare di sostituire l’interfaccia con una nuova in stile Modern UI di Windows 10 ma il codice di base resta sempre quello originale facendo risparmiare tempo e quindi abbassando i costi per avere in output un prodotto migliore.

App XAML Native

App XAML Native sviluppare per Windows 10

Tutte le App del Windows Store che abbiamo visto sino ad ora continueranno a funzionare con Windows 10, molte potranno adattarsi al nuovo linguaggio di design che Microsoft starà adottando ma con Visual Studio 2015 sarà ancora possibile sviluppare applicazioni native per Windows 10.

Anzi ovviamente Microsoft vuole che si continuino a sviluppare app native, magari partendo da una base che provenga da un altro sistema operativo, ma preservando quello che è l’unico nuovo linguaggio della Modern UI di Windows 10 utilizzando il linguaggio XAML.

Ulteriori Informazioni

Per Ulteriori informazioni Microsoft invita ad iscriversi nelle pagine dedicate al progetto dopo la compilazione di un piccolo e semplice questionario sul vostro interesse in questi progetti. Ecco tutti i link per conoscere tutti i dettagli sullo sviluppo per Windows 10 riutilizzano codice esistente:

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: