Mentre Apple continua le sue cause legali all’attacco di Motorola e di quei device che utilizzano lo slide-to-unlock, dall’altra parte del mondo, in Cina, la Proview continua la sua causa legale contro Apple poiché sostiene di detenere il marchio iPad. E in effetti non ha tutti i torti, visto che la produzione di iPad da parte di Proview inizio nel lontano 1998 e fabbricò 20.000 unità di un dispositivo che non era un tablet come lo conosciamo ora, ma un personal computer incentrato su internet (internet personal access device), anche se curiosamente assomiglia ad un iMac. tutte queste informazioni sono state rivelate da Proview ai giornalisti di oggi a Beijing, come prova che il marchio iPad era già utilizzato.

Le specifiche tecniche dell’ iPad di Proview sono costituite da un monitor CRT da 5” (800 x 600) , una CPU da 265MHz,  32MB di RAM , 16GB di sotrage DOM flash card, due porte USB, due ingressi  RJ-11 , porta Ethernet, connettori per cuffie e mic, due slot PS2/tastiera/mouse ports, e porta seriale per le stampanti. Inoltre veniva commercializzato in tre varianti: WBT., Winner e Master: il modello master includeva un hard disk da 20GB. Winner e Master erano dotati di sistema operativo Linux, mentre WBT di CITRIX OS.

La cosa curiosa è che iPad era un prodotto della linea iFamily di Proview che comprendeva anche un notebook, un assistente digitale, un lettore DVD e altri dispositivi. Yang Rongshan, CEO di Proview ha dichiarato che l’azienda ha speso oltre 30 milioni di dollari di investimento nel brand iPad ed hanno prodotto circa 20.000 pezzi fino ad ora.

Staremo a vedere i giudici a chi daranno ragione, ma se dovesse perdere Apple, sarebbe davvero un duro colpo per Cupertino.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: