Quando nel 2015 Samsung lanciò il suo smartphone Galaxy S6 Edge, primo dispositivo dell’azienda sudcoreana a vantare il famoso display con i lati curvi, catturò positivamente l’attenzione degli addetti ai lavori e dei consumatori di tutto il pianeta con il suo nuovo design, che divenne immediatamente un successo. L’anno successivo Samsung ha introdotto sul mercato la variante Edge del nuovo – e ottimo – Samsung Galaxy S7; a causa delle difficoltà di produzione dello schermo curvo, tuttavia, l’azienda non è riuscita del tutto a soddisfare l’imponente domanda per il suo nuovo dispositivo.

La popolarità delle versioni Edge dei suoi top di gamma sembrerebbe aver convinto l’azienda a concentrare i suoi futuri sforzi – relativamente al segmento high-end, per adesso – su smartphone dotati di display curvo. La sensazione è che Samsung abbia l’intenzione di eliminare completamente la variante “flat” dei terminali appartenenti alla serie di punta Galaxy S.

“Samsung ha preso in considerazione l’ipotesi di utilizzare i suoi display Edge per caratterizzare l’identità della sua linea di smartphone Galaxy S; ciò avverrà se la compagnia sarà in grado di differenziare l’esperienza utente per mezzo del software e di funzioni user-friendly pensate per lo schermo curvo” ha affermato Koh Dong-jin, presidente di Samsung Mobile, durante una intervista concessa a New York la scorsa settimana.

Samsung Galaxy Note 7
Samsung Galaxy Note 7

Il recentissimo lancio del nuovo phablet Samsung Galaxy Note 7, contraddistinto da un ampio schermo curvo, potrebbe aver costituito il primo passo verso questa direzione: non esiste infatti una versione con schermo piatto del Note 7, che peraltro, nella sua nuova iterazione, non assume la classica denominazione “Edge”. È dunque lecito pensare che, già a partire dal Galaxy S8, tutti i flagship Samsung della serie Galaxy S potrebbero essere dotati unicamente di schermo edge.

Va notato inoltre come la domanda per l’attuale Samsung Galaxy S7 sia stata – inaspettatamente? – più forte per la variante Edge del dispositivo. Ad ogni modo, la transizione potrebbe non essere immediata. “Samsung verosimilmente non eliminerà subito la versione flat degli smartphone appartenenti alla linea Galaxy S, ma se la risposta del mercato per il nuovo Note 7 sarà positiva, sicuramente l’azienda sarà pronta a cogliere il segnale” ha spiegato un osservatore di mercato.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: