Come tutti saprete in questi giorni si è tenuto a Berlino il tanto atteso IFA 2011 dove, tra le tante aziende, Samsung ha avuto un grande risalto grazie ai suoi nuovi prodotti come il Galaxy Note e il Galaxy Tab 7,7. Proprio quest’ultima ha fatto parlare molto di sè e non solo per l’ottimo device che si è rilevato: dopo poche ore dall’avvio dell’IFA infatti, il Galaxy Tab 7,7 è sparito dalla fiera, senza lasciare alcuna traccia e il suo stand è stato coperto da un telo bianco.

A quanto pare i primi rumor che giravano su questa strana sparizione sembrano confermati: lo zampino della scomparsa del nuovo tablet Samsung è imputabile, di nuovo, ad Apple.

La battaglia legale dell’azienda di Cupertino nei confront di Samsung aveva già dato i suoi frutti, con un’ingiunzione che bloccava le vendite dei nuovi Galaxy S II in suolo Europeo ed ora è riuscita a bloccare le vendite del nuovo Galaxy Tab 7,7 proprio in Germania. Secondo da società FOSS Patents, che si occupa di brevetti, Samsung sarebbe stata costretta a rimuovere il nuovo tablet dalla fiera e dal sito sabato, in seguito ad una decisione presa dal Düsseldorf Regional Court, la stessa corte che aveva bloccato il Galaxy S II.

Come avevamo potuto vedere in alcuni video, i sample del Galaxy Tab 7,7 presenti all’IFA presentavano sul retro un’etichetta che recitava: “Prodotto non vendibile in Germania”  ma a poco è servito vista la sparizione prematura del tablet dall’evento. Il portavoce di Samsung James Chung ha così commentato l’accaduto alle domande di Bloomberg: “Questa decisione limita molto la scelta degli utenti in Germania, ma Samsung rispetta la decisione presa dalla corte”. Samsung farà di tutto per far valere i propri diritti, nel frattempo Apple se ne starà ridendo in un angoletto compiaciuta del successo dell’azione, in attesa di rilasciare una posizione ufficiale.

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Scrivi il tuo nome