Pochi mesi fa c’è stata una tremenda alluvione in Thailandia che ha messo in ginocchio l’industria degli hard disk, colpendo grandi produttori tra cui Seagate. Nonostante sia passato molto tempo, la situazione non sembra migliorare e Seagate vede la situazione grigia ancora per molto, i nquanto le scorte di hard disk non sono ancora sufficienti.

Il produttore di Hard disk si aspetta di chiudere il 2012 con una richiesta insoddisfatta di 150 milioni di hard disk. U nnumero molto elevato che ci fa capire come le ripercussioni sull’industria dello storage siano state molto gravi. Conseguenza di questo  è anche l’innalzamento dei prezzi di vendita di hard disk interni ed esterni, che hanno visto lievitare il loro prezzo molto rapidamente per contrastare la scarsa disponibilità.  In effetti non sono state colpite le industrie dirette di Seagate ama dei propri fornitori, alla stregua dei rivali quali Western Digital. La nota positiva? Sembra che a causa di questa tragedia molti investitori abbiano preferito fare investimenti a lungo termine. speriamo che la situazione si ristabilisca prima del previsto.

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: