Il Team Anonymous non ha certo bisogno di presentazioni. Grazie ai suoi numerosi attacchi hacker a enti governativi e aziendali di grosso calibro si è saputo guadagnare una grande attenzione da parte di tutto il mondo, mass media in primis. Il Team  Anonymous è composto da un numero non identificato di membri che agiscono dislocati il “celle” in vari paesi e di varie dimensioni. Per aiutarsi nei propri attacchi hanno creato un piccolo software chiamato “Slowloris DDOS” che una volta installato nel computer permetterebbe al team di utilizzare tutti i computer con tale software per sferrare attacchi mirati a determinati server anche grazie alla potenza di banda del computer dove il Slowloris DDOS è installato.

Il tool è stato rilasciato il 20 Gennaio ( quando è stato arrestato il CEO di MEgaupload Kim Dotcom ) grazie ad un link su un sito collaborativo usato dal team per diffondere il tool DDOS. In seguito, sia il link nella guida originale sia quello una seconda guida ospitata su pastebin, sarebbero stati cambiato con un collegamento che avrebbe portato ad una versione modificata di Slowloris DDOS contenente il trojan Zeus.

Il trojan colleziona informazioni personali, login, password, credenziali bancarie e tutte le altre informazioni molto ghiotte a malintenzionati hacker. Ovviamente queste informazioni possono essere inviate da remoto a determinati server, inoltre il trojan può infettare altre macchine per lo stesso fine o per partecipare a sua volta ad attacchi DDOS. Symantec non ha saputo specificare quanti utentisiano stato colpiti, tuttavia i link infetti sarebbero stati  “twittati” 400 volte, raggiungendo le 26,000 visite.

via

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: