In queste ore Google ha lancia la petizione online Take Action, che si prefigge lo scopo di bloccare la revisione della regolamentazione Internet dell’ITU, la conferenza dell’International Telecommunication Union. Secondo Google, i nuovi trattati minaccerebbero la Rete libera e aperta.

I rappresentanti governativi saranno tenuti a decidere se aderire al nuovo trattato ONU nella conferenza che si terrà a dicembre, e le modifiche verranno approvare solo con il consenso globale delle Nazioni Unite. Google, fra i promotori della battaglia anti-SOPA dell’anno scorso, è già in allarme, e per questo ha lanciato la petizione online a supporto della protesta.

“L’agenzia delle Nazioni Unite ITU, che riunisce le autorità di regolamentazione di tutto il mondo, ha in programma di rinegoziare un trattato vecchio di decenni. Alcune proposte potrebbe permettere ai governi di censurare siti e argomenti legittimi, o anche consentire loro di bloccare l’accesso a internet.

Altre proposte richiederebbero a servizi come YouTube, Facebook o Skype di dover pagare per potersi estendere oltre i confini attuali, una decisione che potrebbe limitare l’accesso alle informazioni in particolare nei mercati emergenti.”

La risposta dell’ITU non si è fatta attendere: bisogna assicurare “il libero flusso di informazioni in tutto il mondo, promuovendo l’accesso a internet a prezzi accessibili ed equo per tutti, gettando le basi per l’innovazione e la crescita del mercato“.

L’agenzia ONU, in parole povere, afferma che lla crescita di Internet e l’evoluzione della telefonia mobile imporrebbe ormai un aggiornamento dei regolamenti, datati 1998, quando ancora non esistevano social network, youtube, smartphone e tablet. Google ribatte che potrebbe trattarsi solo di un pretesto per far passare qualche regolamento di censura online e compromettere per sempre internet.

Ecco il link alla petizione: petizione Google Take Action.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: