Era l’inizio del 2015 quando vi avevamo accennato che Uber stava lavorando alle sue vetture con pilota automatico e all’inizio del 2016 la stessa azienda aveva ammesso che stava testando le nuove vetture a Pittsburgh, ma da allora non abbiamo sentito molto a riguardo negli ultimi 18 mesi.

Mentre Google sembra ancora dominare la scena delle vetture con pilota automatico con lenti progressi, anche Uber è molto allettata da questa tecnologia e sembra che i progressi di quest’ultima siano stati un po’ più rapidi. O per lo meno sufficienti da permettergli di iniziare il primo test pubblico di una vettura UBER senza pilota già in questo mese. Una pessima notizia se siete tra quel milione di conducenti Uber che l’azienda vuole rimpiazzare con vetture auto-pilotate.

La macchina UBER

Uber inizierà con 100 Volvo XC90 modificate che saranno dotate di equipaggiamento per la guida autonoma. Ogni veicolo sarà supervisionato da un ingegnere che potrà prendere il controllo del volante se necessario e un co-pilota per osservare e prendere nota. Vi sarà anche un computer di bordo raffreddato a liquido che registrerà i dati di viaggio e i dati nelle mappe.

Questo significa che gli abitanti di Pittsburgh avranno una chance di utilizzare le nuove vetture e in questo caso la guida sarà gratuita. La grande differenza è che Uber vuole creare dei KIT per trasformare le vetture in modelli senza pilota a differenza di Google che le produce direttamente. Se vi ricordate di recente Uber aveva acquistato la startup Otto specializzata in tecnologie per la guida automatica dei camion e la medesima tecnologia può essere impiegata per dare vita alle vetture Uber.

L’azienda Otto è preziosa anche per il suo personale, infatti è composta da un ex impiegato di Google, Anthony Levandowski, Lior Ron, Don Burnette e Claire Delauny. In particolare Levandowsky era a capo del progetto per le auto a pilota automatica mentre Ron era un dirigente di Google Maps e Motorola mentre altri hanno già lavorato per Apple, Tesla e altri brand importanti legati alle vetture. Uber presto aprirà altri due centri ricerca e sviluppo e probabilmente Levandowsky sarà messo a guidare ( letteralmente! ) il progetto delle vetture autonome Uber.

Saliresti su una taxi senza conducente?

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: