Le vendite dei notebook hanno subito un forte calo durante il periodo delle festività natalizie, il periodo durante il quale negli anni passati le aziende tecnologiche facevano fortuna e sotto le mentite spogli di Babbo Natale entravano nelle case di molte famiglie.

Questa volta non è andata così, e non si è salvata nemmeno Apple che ha subito un calo inferiore rispetto a notebook Windows ma comunque rilevante. I MacBook hanno infatti subito un calo nelle vendite pari a circa il 6% nel periodo tra il 18 ed il 22 dicembre.

Le motivazioni per questo considerevole calo nelle vendite dei notebook a marchi Apple troviamo il mancato aggiornamento della linea. Infatti l’unico portatile nuovo ad essere presentato nella seconda metà dell’anno è stato il MacBook Pro Retina, mentre gli altri aggiornamento erano stati rilasciati a inizio anno. Inoltre il prezzo dei MacBook è stato incrementato di almeno 100$ con l’ultimo aggiornamento della gamma, e questo non ha sicuramente invogliato gli utenti a comprarne uno nuovo.

vendite dei notebook

Sul fronte Windows invece la contrazione è stata pari all’11% rispetto alle festività del 2011. Infatti anche in questo caso ci sono stati degli aumenti di prezzo e inoltre solo il 4,5% dei notebook messi in vendita e dotati di display touchscreen hanno Windows 8 a bordo.

La maggiore flessione però si è avuta sulle soluzioni con un prezzo pari o inferiore a circa 500€ dove il 16% del mercato ha forse preferito un tablet ad un notebook con un aumento delle vendite per le soluzioni Apple iPad, Google Nexus e Kindle Fire.

In generale il settore del consumer electronics è calato del 3.5% nelle ultime festività rispetto alle precedenti, pesano sopratutto le scarse vendite dei notebook, mentre per tablet, accessori per cellulari, obiettivi per fotocamere, cuffie si sono registrati dati positivi.

Via
Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: