Microsoft ha confermato di aver venduto 40 milioni di licenze di Windows 8, da quando ha lanciato il sistema operativo nel mese di ottobre di quest’anno.

Windows 8: lo si acquista più per curiosità che per necessità

“Il viaggio è appena iniziato, ma sono lieto di annunciare che abbiamo venduto 40 milioni di licenze di Windows 8 finora”, ha dichiarato con toni entusiastici Tami Reller, direttore marketing e financial officer per Windows alla conferenza annuale Credit Suisse 2012 Technology Conference.

Questi numeri portano Windows 8 al primo posto come aggiornamenti venduti, battendo persino Windows 7, impresa non da poco considerando il desiderio di molti di lasciare il sistema operativo Vista il più rapidamente possibile.

Nonostante le cifre impressionanti di vendita del nuovo sistema operativo di Microsoft, vale la pena notare che la società in realtà offre l’aggiornamento a Windows 8 ad un prezzo molto più conveniente rispetto a quello proposto per Windows 7 al momento della sua uscita. Per acquistare una licenza di Windows 8 molti utenti hanno pagato dai 15 ai 25€, mentre altri l’hanno avuto in maniera gratuita, offerto dai produttori prima dell’uscita di Windows 8 come “buono”.

Windows 8 infatti è stato tutt’altro che un successo finora. Vista l’enorme campagna marketing e i costi irrisori dell’aggiornamento, Microsoft si aspettava una migrazione di massa al nuovo OS, cosa che non è assolutamente avvenuta. La maggior parte degli acquisti di Windows 8 sono quindi legati a dispositivi nuovi, col nuovo OS preinstallato (vedi il Surface) e all’acquisto di aggiornamenti economici, dettati più dalla curiosità che dalla necessità.

Ti invieremo un' email a settimana, puoi cancellare l'iscrizione in qualunque momento.

Potrebbe interessarti anche:


Partecipa alla discussione: