Dopo il cambiamento di CEO, Yahoo continua a vivere un momento difficile, c’è ostilità da parte dei principali azionisti e Facebook ha contro-querelato il motore di ricerca, dopo che Yahoo aveva intentato causa contro il social network per violazione di brevetti.

Non è finita: Yahoo starebbe preparando un giro di licenziamenti di massa. L’azienda potrebbe annunciare fino a 2.000 licenziamenti, secondo il blog All Things Tech D.

Yahoo è ancora uno dei siti più popolari, ma fatica a tenere il passo con la crescita dei rivali Google e Facebook. Facebook lo scorso anno ha superato Yahoo come il più grande carrier on-line display advertising negli Stati Uniti.

Yahoo ha recentemente annunciato una serie di revisioni di gestione, nominando l’ex amministratore delegato di PayPal Scott Thompson, come nuovo amministratore delegato a gennaio.

Thompson dovrebbe dare l’annuncio al personale stamattina: 2 mila posti di lavoro rappresentano oltre il 14%  dei 14.000 dipendenti di Yahoo nel mondo. I tagli dovrebbero riguardano soprattutto i settori di Yahoo che si occupano del marketing e delle applicazioni mobili.

Yahoo è anche coinvolta in una disputa legale con Facebook sui brevetti tecnologici. Yahoo ha citato in giudizio Facebook il mese scorso, accusando l’azienda di violare alcuni suoi brevetti. Facebook ha risposto accusando Yahoo di aver violato brevetti riguardo il display advertising, personalizzazione dei contenuti e condivisione di foto, che rappresentano circa l’80% delle entrate di Yahoo dello scorso anno.


Partecipa alla discussione